“Aromi di Sessantotto”, premio al Secusio

LOREDANA BALLARINO 

16/06/2019

Durante l’anno scolastico 2018/2019, la classe VAA del Liceo Artistico B. Secusio, ha messo in scena un cortometraggio, tratto dal libro “La domenica vestivi di rosso” di Silvana Grasso, edito dalla Casa Editrice Marsilio.

copertina la domenica vestivi di rosso.jpg

MVI_4192.00_03_40_13.Immagine022.jpg

La classe VAA, vincitrice del concorso, è stata premiata dalla giuria del progetto “Aromi di Sessantotto” con una fornitura di libri, tra classici e narrativa contemporanea.

MVI_4192.00_04_30_23.Immagine027.jpgL’idea nasce dalla voglia di mettersi in gioco,di sperimentare e conoscere l’arte a 360°. I ragazzi,assieme alla professoressa Maria Ausilia Castagna e al professore Francesco Malizia, hanno curato ogni aspetto: vestiti,scenografie e riprese.

MVI_4192.00_04_44_05.Immagine029.jpgIl libro è ambientato nella Sicilia del 1968, anno di rivoluzioni studentesche.

La scelta del libro è stata molto semplice in quanto tratta tematiche attuali .

Il libro è ambientato nella Sicilia del 1968,anno di rivoluzioni studentesche.

MVI_4192.00_05_00_06.Immagine033.jpgLa protagonista Nera, detta Nerina è nata con sei dita per piede e proprio per questo è il bersaglio preferito delle pettegole di paese. Nera, rimasta orfana di madre, viene tirata su da Annina e la figlia Natalina, sue vicine di casa. La protagonista del racconto ha un’adolescenza difficile, dati i pregiudizi dei suoi coetanei.

MVI_4192.00_05_57_03.Immagine042.jpgNerina, quasi giunta alla sua tesi di laurea, incontra “Il Professore“, personaggio enigmatico del romanzo. L’anziano schizofrenico, aiuterà la ragazza a finire la sua tesi di laurea. Il Professore di Carati scambierà la ragazza per un suo amore passato e una volta resosi conto dell’errore sgozzerà la protagonista.

MVI_4192.00_07_45_00.Immagine054.jpgIl romanzo si conclude con Nera che afferma di aver scritto il romanzo, cambiandone il finale e modificandone qualche evento, proprio con la storia della sua vita.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...