“La mafia teme più la scuola o la giustizia?”, al Secusio

GLORIA TROMBINO

16/05/2019

Mercoledì 15 maggio alle ore 11:15 si è tenuto l’incontro con il generale Giuseppe Governale alla sede centrale del Liceo Bonaventura Secusio. Partecipano le classi quarte e coloro che fanno parte dell’alternanza scuola-lavoro o corso di giornalismo con il Professore Paolo Buttiglieri.

60256844_839912703024477_3008742728218443776_o
FOTO di P. BUTTIGLIERI
DSC_0279.jpg
FOTO di C. ARANCIO

Il tema discusso è quello della mafia, esposto dal comandante del ROS e attualmente Direttore della DIA, Giuseppe Governale.

governale-giuseppe-c-imagoeconomica_1196685

Apre l’incontro il dirigente scolastico Sabrina Concetta Mancuso:” E’ veramente un grande onore avere qui con noi il generale Governale in questo Istituto dove si sono formate persone di un certo valore come Don Luigi Sturzo e Giorgio Arcoleo. Ringrazio l’Onorevole Gino Ioppolo, sindaco di Caltagirone, Giuseppe Verzera, procuratore della Repubblica di Caltagirone e tutti i presenti e lo staff che contribuiscono alla realizzazione di questa conferenza”. Cita successivamente le parole di Paolo Borsellino, ricordando le varie stragi che sono accadute in Italia a causa delle associazioni mafiose: ”La lotta alla mafia dev’essere innanzitutto un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza della contiguità e quindi della complicità”. Passa in seguito la parola agli ospiti.

DSC_0312.jpg
FOTO di C. ARANCIO
DSC_0283
FOTO di C. ARANCIO

Prende parola il sindaco di Caltagirone, G. Ioppolo: “Grazie per l’occasione. Una giornata come questa vale qualunque altra fatica perché sono queste le giornate che devono rappresentare per ognuno di noi un forte richiamo al senso vero e autentico delle cose che facciamo, che sono importanti soltanto se sono ispirate alla e dalla legalità. La dirigente non a caso ha questa sensibilità, fa parte della giunta comunale che io mi onoro di guidare e presiedere. Noi dovremmo sognare una società ideale in cui la prevenzione comunale si estenda e la prevenzione è data dalla propria libertà e autonomia personale [..]”.

DSC_0291
FOTO di C. ARANCIO
DSC_0298.jpg
FOTO di C. ARANCIO

In seguito interviene Giuseppe Verzera,  che parla della mafia come è un di un fenomeno non solo siciliano ma italiano ed è proprio per questo che bisogna fermarla:” Le scuole sono i luoghi che la mafia dovrebbe temere di più, perché è proprio lì che si formano le coscienze e dobbiamo cercare in tutti i modi di combattere l’ignoranza con il nostro impegno e spero che la scuola possa formare gli alunni per cercare di impartire a questi che la mafia non è per nulla una buona cosa[..]”.

DSC_0303.jpg
FOTO di C. ARANCIO

Successivamente inizia il discorso il generale Giuseppe Governale parlando di tutte le stragi avvenute in Sicilia e in generale in Italia a causa delle diverse associazioni mafiose di Cosa Nostra, ‘Ndrangheta e Camorra, affermando che al giorno d’oggi la mafia è radicata nella nostra cultura.

DSC_0320
FOTO di C. ARANCIO

In seguito mostra dei video tratti dal film “Il Padrino”, uno dei film più visti al mondo che affronta il tema della mafia siciliana negli Stati Uniti, evidenziando il fatto che il regista sia proprio uno statunitense e che lo scrittore del libro da cui è stato tratto il film sia invece un inglese e che quindi noi siciliani che abbiamo vissuto la mafia in prima persona non siamo stati capaci di raccontare questo fenomeno.

60230990_839912746357806_3775261341057548288_o
FOTO di P. BUTTIGLIERI

Successivamente il generale ha mostrato un video di un’intervista del giornalista Enzo Biagi al boss di Corleone Luciano Liggio, dove quest’ultimo descriveva la mafia come una “bella” cosa, come qualcosa di sublime e che rappresenta la bellezza in tutte le sue forme [..].

InShot_20190515_162339275.jpg
FOTO di S. PICONE
DSC_0324.jpg
FOTO di C. ARANCIO

Infine risponde alle domande degli studenti concludendo con un messaggio di speranza che insegna a noi giovani come superare questo fenomeno e come essere più attivi nella società attuale, iniziando a conoscere gli eventi accaduti nel passato che hanno determinato ciò che siamo oggi.

InShot_20190515_161753343.jpg
FOTO di S. PICONE
DSC_0327.jpg
FOTO di C. ARANCIO

L’incontro termina alle 13:15 con i saluti, ringraziamenti e con la consegna di un manufatto in ceramica da parte del dirigente scolastico al generale Giuseppe Governale che tutti noi, come studenti del Liceo Bonaventura Secusio, vogliamo ringraziare per averci dato la possibilità di capire e comprendere quanto sia importante l’interesse nei confronti della storia siciliana e dei fenomeni che la caratterizzano, come la mafia, che dobbiamo combattere con impegno e con tutte le nostre forze.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...