70° della dichiarazione universale dei diritti umani al Secusio

ICHRAK MTIR
07/12/2018

Il liceo B.Secusio di Caltagirone, che ha da sempre promosso varie attività scolastiche per la sensibilizzazione al rispetto dei diritti umani,  ha accolto, martedì 4 dicembre l’associazione ASTRAvolontari per la protezione  civile e la solidarietà sociale.
FB_IMG_1543947755443
L’incontro avvenuto  presso l’aula magna del medesimo liceo ha visto la numerosa partecipazione di tutte le componenti classi.
IMG-20181205-WA0002
Foto di Francesco Giannone
A presiedere l’incontro sono la vicepresidente G. Marino e due avvocatesse  dell’ASTRA che hanno presentato il volontariato nell’associazione ASTRA  e l’importanza della dichiarazione universale dei diritti umani e perché nasce.
IMG-20181204-WA0020
Foto di Francesco Giannone
Sono venti di anni, da quando l’associazione ASTRA è in attività e cerca di guardare e di capire cosa c’è nel territorio che non va e intervenire non solo portando aiuto materiale ma, in casi estremi si trova in dovere di scrivere e denunciare la cosa che non viene considerata rispettosa nei confronti dei cittadini della città di Caltagirone e della nazione Europea alle istituzioni, al governo nazionale, ai ministri.
Il vero spirito del volontariato è quello di battersi per tutte quelle persone deboli,cui voci non arrivano mai dove devono arrivare.
Giorno 10 dicembre, data del settantesimo anniversario della dichiarazione universale dei diritti umani, sarà una giornata in cui davanti al tribunale della città si riuniranno grandi e piccoli, uomini e donne e leggeranno a voce alta al megafono gli articoli della dichiarazione universale.
IMG-20181205-WA0003.jpg
Foto di Francesco Giannone
Perché nasce la Dichiarazione dei diritti umani? La nascita della dichiarazione dei diritti dell’uomo venne stimolata dopo le atrocità causate dalla seconda guerra mondiale.
Perché tale dichiarazione è così importante? La sua importanza storica sta nel fatto che essa rappresenta il primo documento nel quale si sanciscono universalmente i diritti di ogni essere umano.
Intervistata la vicepresidente G. Marino:
Cosa vi ha spinto a fare volontariato, e soprattutto perché avete scelto questo tipo di volontariato?
Chi fa volontariato è spinto dall’idea di essere un cittadino il più possibile attento,infatti il volontario è il cittadino ideale per certi versi, è quello che si prende cura delle cose e delle persone. Quindi quale cittadino migliore di chi fa questo. Noi speriamo che la cerchia di volontariato si allarghi perché questo significa vivere in una società dove la fratellanza, il rispetto, la solidarietà siano i principi fondamentali di tutti e quindi vivere in una realtà dove stiamo tutti moto meglio.
Cosa significa oggi lottare per i diritti umani?
Significa stare continuamente attenti perché ad ogni passo, purtroppo, i diritti umani vengono disattesi, e non tanto quelli più eclatanti come ad esempio la questione riguardante gli emigrati, ma ci sono  anche dei diritti che giorno per giorno vengono mortificati come per esempio il diritti ad avere l’informazione giusta, il diritto alle cure specialistiche per chi non ha i mezzi economici,il diritto al lavoro nonché il diritto alla dignità personale.
Quanto è difficile oggi lottare per l’uguaglianza tra uomini e donne, bianchi e neri rispetto a settanta anni fa?
Ecco, questa è la cosa che ci fa pensare e per certi versi ci scoraggia. L’uomo cammina a ondate ondulatorie , dopo grandi disastri che combina, si rende conto che c’è un percorso di crescita da compiere. Poi si abitua alla realtà scomoda e improvvisamente sembra che non abbia più voglia della pace, dell’uguaglianza. Pensiamo alla rivoluzione francese cui principi erano liberté, égalité, fraternité ,ma poi nel tempo le cose sono cambiate. Questo ci suggerisce di stare sempre in allerta e quando vedi che uno solo dei diritti di qualcuno viene calpestato tu ti devi mobilitare.
Durante il vostro impegno avete mai avuto ostacoli o difficoltà che vi hanno impedito di divulgare la vostra voce?
Sì, quotidianamente. Per quanto un’associazione si dà da fare, un’associazione locale ha sempre meno voce. Infatti noi siamo sopportati e iscritti da altre associazioni come esempio: Libere contro la mafia, Siamo soci di banca etica, Tavolo della pace di Perugia per avere un aggancio e per avere l’occhio da per tutto non solo sulle questioni locali.
Quale è stata la vostra reazione a seguito delle ultime notizie come ad esempio ‘la separazione tra bambini neri e bambini bianchi nelle mense delle scuole’ o ancora ‘il decreto sicurezza’?
Intanto la storia di divisione tra bambini bianchi e bambini neri risultata difficile catalogarla, è frutto di degenerazione di intelligenza. Questo dimostra quanto può essere ‘stupida’ una persona che non conosce il valore dei diritti umani.
A proposito la nostra associazione  ha firmato un appello di denuncia e segnalazione assieme ad altri 119 associazioni circa.
Quale appello vuole lanciare alla società odierna?
Tutti dobbiamo capire che i diritti di ognuno di noi è il diritto di ogni nostro simile. Solo attraverso questo possiamo arrivare a costruire una società giusta e migliore.
IMG-20181205-WA0006
Foto di Francesco Giannone
Era il 10 dicembre 1948, quando l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.
Oggi siamo a settanta anni dalla proclamazione della suddetta dichiarazione.
Era il 28 agosto 1963 quando il più grande leader della battaglia per i diritti civili dei neri in America, Martin Luther King ,pronunciò il suo famoso discorso “I have a dream”. Oggi sono trascorsi ben cinquanta anni di tempo.
Oggi siamo nel XXI, osservando questa realtà odierna e confrontandola con quella passata   possiamo dire di aver percorso grandi passi verso la giustizia, la fratellanza, la pace?
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...