Esami alle porte

GLORIA TROMBINO-MORENA ROCCARO

13/06/2018

L’ansia per gli esami di maturità 2018 comincia a farsi sentire, dato che gli esami stanno per arrivare e milioni di studenti si stanno impegnando per conseguire il tanto atteso diploma.

File-31-01-18-13-24-18.jpeg

Infatti per i ragazzi del quinto anno, la scuola non sembra essere affatto finita e il vero studio è appena iniziato. A far allentare l’ansia sono le prime 3 prove scritte, eccetto la terza prova, il gran quiz finale, dove le materie variano a seconda della commissione d’esame e il Miur non deciderà niente. Per l’ultimo anno, i ragazzi saranno sottoposti ad una prova d’esame tradizionale: la prima prova scritta, mercoledì 20 giugno, sarà uguale per tutti i maturandi e metterà a disposizione varie tracce di lavoro, selezionate dal Miur, tra cui: una traccia d’analisi del testo poetico di un autore italiano, l’elaborazione di un saggio breve, una traccia storica da sviluppare come tema e infine una traccia d’attualità.

Engineering-Entrance-Exam-2016-Alerts-675x506

Il Miur prenderà ispirazione dagli anniversari e dalle ricorrenze storiche importanti durante l’anno scolastico 2017/18: possibili tracce storiche possono essere la Rivoluzione Russa, dato che si festeggia quest’anno il 100° anniversario, la guerra dei trent’anni, inaugurando il 400° anniversario o il Fascismo,dati gli 80 anni dalla promulgazione delle leggi fasciste. Per quanto riguarda la traccia d’attualità, il Miur potrà far ricorso all’omicidio di Aldo Moro avvenuto 40 anni fa, alla figura di Peppino Impastato, alla figura del filosofo Karl Marx, in onore del 200°anniversario dalla sua nascita o per chi scegliesse la tipologia A potrebbe aspettarsi un brano poetico del poeta Nelson Mandela, dato il 100° anniversario dalla sua nascita. Ecco che gli studenti possono far ricorso ad anniversari per scovare alcuni possibili temi e distogliere l’ansia al momento della prova.

Maturità-2018-640x367.jpg

Ben diversa è invece la seconda prova, che si terrà giovedì 21 giugno, e porrà gli studenti di fronte diverse prove a seconda dell’indirizzo di studio. Per i liceali, il Miur infatti ha deciso lingua straniera come seconda prova, lingua e cultura straniera e scienze naturali affidate ai commissari esterni.

notte-prima-esami.jpeg

La terza prova avverrà il 25 giugno, e non prevede la scelta dal Miur ma dagli stessi professori; potrà trattarsi di tutte le discipline comprese nel piano di studio dell’ultimo anno di corso. Infine l’orale, la cui data varia a seconda della scuola, è senza dubbio la parte dell’esame più preoccupante per gli studenti che temono l’intervento di docenti esterni che non conoscono. Proprio per l’orale gli studenti preparano una tesina pluridisciplinare dove pongono al centro di un argomento ogni disciplina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...