1° maggio, perche’?

LIDIA  RIBAUDO

04/05/2018

Il 20 luglio 1889 venne istituita a Parigi da delegati socialisti la “Festa dei lavoratori”. La festa nasce dalle lotte degli operai per l’orario di lavoro quotidiano di otto ore.

imm festa dei lavoratori celebrazione“Una grande manifestazione sarà organizzata per una data stabilita, in modo che simultaneamente in tutti i paesi e in tutte le città, nello stesso giorno, i lavoratori chiederanno alle pubbliche autorità di ridurre per legge la giornata lavorativa a otto ore e di mandare ad effetto le altre risoluzioni del Congresso di Parigi”.

IMG_20180501_085419.png

In Italia venne istituita nel 1891, ma movimenti sindacali per i diritti dei lavoratori esistevano da prima. Nel 1855 infatti in Australia venne pronunciata la famosa frase “otto ore di lavoro, otto di svago, otto per dormire”. Il numero otto infatti fu il numero di ore prestabilite per il lavoro anche nel congresso di Ginevra del 1866. La scelta della data era probabilmente legata a ciò che accadde tre anni prima a Chicago, dove una rivolta operaia, che venne poi detta “la rivolta di Haymarket” era stata repressa col sangue. Nella città di Chicago circa 80 mila persone sfilarono e scioperarono pacificamente anche se nei giorni successivi si verificarono sparatorie della polizia sui manifestanti e successivamente anche una cinquantina di poliziotti perse la vita.

imm lavoratori.jpg

Comunque in Italia la storia della data del 1° maggio riscontrò vari cambiamenti. Con la venuta del fascismo, Mussolini decise di abolire le celebrazioni legate alla festività e stabilì la data del 21 aprile (Natale di Roma) per celebrare “ lavoro italiano e non quello inteso in senso astratto e universale”. Con la Liberazione, nel 1945, la festa venne nuovamente celebrata il primo maggio. Di importanza memorabile è un tragico evento, legato alla festa dei lavoratori, accaduto nel 1947 a Portella delle Ginestre, nel palermitano, dove dei banditi di Salvatore Giuliano spararono sulla folla riunitasi in occasione di una manifestazione di braccianti uccidendo undici persone e ferendone altre ventisette.

 

imm strage di portella della ginestra.jpg
Portella della Ginestra

Mario Nicosia, uno dei sopravissuti alla strage di Portella della Ginestra, afferma: << la banda Giuliano con lo zampino della mafia ha cancellato i nostri compagni. Ha spento la luce che avevano quei ragazzi. Ha fatto chiudere quella bocca che gridava “viva il 1° maggio!” >>.
imm pietra

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...