Bonaventura Secusio “Costruttore di Pace”

MARLENE LAIACONA – MARCUS FIGURA

19/04/2018

La mattina del 24 marzo si è tenuta una manifestazione riguardante il personaggio di Bonaventura Secusio nell’Istituto Superiore di Caltagirone intitolato a lui nel 1865. Hanno partecipato al seminario tutte le classi quarte, l’ordine dei giornalisti e gli alunni del laboratorio di giornalismo, i quali si sono occupati dell’organizzazione.

DSC_0441

PUBBLICO POST

“L’edizione 2018 ha l’obiettivo di far conoscere Bonaventura Secusio come comunicatore, ecclesiastico e diplomatico, un grande personaggio calatino che ha scritto pagine interessanti di cronaca di pace […]” afferma il prof. Paolo Buttiglieri (giornalista, docente di Comunicazione Sociale all’ Università Pontificia Salesiana di Roma e consulente ecclesiastico regionale UCSI, Unione Cattolica della Stampa Italiana).

DSC_0479

Dopo un excursus del Dirigente Scolastico Concetta Mancuso sulla carriera diplomatica del francescano Secusio, la parola viene data al giornalista e direttore dell’UCSI dott. Domenico Interdonato e successivamente a Carlo Cubisino, rappresentante d’istituto.

dsc_0644

Bonaventura Secusio ha partecipato alla Controriforma ed è stato importante perché ebbe il ruolo di comunicatore del conflitto tra la Francia cristiana e la Spagna cattolica, stipulandone la Pace di Vervins nel 1598. Ricevette il titolo di patriarca di Costantinopoli e incontrò durante la sua attività diplomatica anche il pittore Caravaggio a Caltagirone. Secusio assunse un ruolo importante in un momento in cui la chiesa dovette misurarsi con Calvino e con Lutero. Dunque è stato partecipe di eventi che hanno rivoluzionato la società di quel tempo.

La patria è ingrata verso i suoi figli migliori” risponde lo storico Enzo Nicoletti al motivo per cui questo personaggio non ha ricevuto molti riconoscimenti.

DSC_0641

Il professore di storia e filosofia Giuseppe Alberghina ha sottolineato l’importanza diplomatica di Bonaventura Secusio citando i più importanti eventi che lo coinvolsero. Continua il docente di discipline teologiche presso l’Istituto Marcinò di Caltagirone Salvatore Farinato, parlando dell’impegno pastorale di Secusio, che fu Ministro Generale dell’ ordine dei Minori Osservanti, Patriarca di Costantinopoli, Vescovo di Patti, Arcivescovo di Messina, in ultimo Vescovo di Catania.

Conclude il prof. Paolo Buttiglieri affrontando il rapporto fra comunicazione e diplomazia ieri e oggi.

DSC_0643

A chiusura del seminario, ai relatori sono stati consegnati dei piatti realizzati in ceramica, che raffigurano il profilo di questo illustre personaggio.

Così si dichiara aperto il 400° anno dalla morte di Secusio.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...