“Saint German Des Pres”, la voglia di sognare

 

RAMONA OREFICE

13/04/2018

Giorno 7 aprile 2018, alcune classi del Liceo Linguistico di Bonaventura Secusio hanno partecipato alla visione del teatro in lingua francese “Saint German Des Pres”, al Cine-Teatro “Odeon” di Catania. La trama dello spettacolo narra di un caffè nel cuore di Saint-Germain-des-Prés, (chiamato come l’ononimo quartiere francese) da sempre punto di ritrovo di giovani artisti e personalità dall’anima eclettica.

IMG-20180412-WA0016.jpg
Foto di A. CARUSO

 

Gabriel, il giovane gestore del bar, è un ragazzo come tanti che serve ai tavoli sognando di realizzarsi nel mondo della musica e non sa come fare non ha fiducia in sé stesso. Lui non vuole essere un semplice cameriere, tanto che irrompe prepotentemente una telefonata, che lo demoralizza definitivamente.

Ancora una volta si sfoga attraverso la musica, ma qualcosa di straordinario accade.

IMG_20180412_171520

Tutto è uguale, Bar, piano e quartiere ma qualcosa è cambiato. Gabriel si trova catapultato in un’epoca passata, non è più solo, c’è anche la Bande de Zazous, un gruppo di stravaganti dell’arte e della musica, appartenenti alla loro epoca e insieme alla modernità, che possiede Gabriel, creano un mix di canzoni, luci colori e musica magistrale accompagnano questo spettacolo.

La compagnia di strambi raccontano a Gabriel quanto di importante c’è da sapere della loro epoca, ovvero il Secondo Dopoguerra, facendo anche alcuni cenni storici.

La loro forza, sostenuta dal dialogo, dimostra al giovane protagonista l’avere la certezza di chi si è veramente e la voglia di superare i muri dalla società che ci impone di essere quello che noi non vogliamo essere e sull’importanza dei sogni. “Se tu credi in un sogno, realtà diverrà.”

Tra Gabriel e Zaza nasce un sentimento, Gabriel attraversa una profonda crisi e non riesce a decidere se restare in quella epoca passata o ritornare alla sua vita moderna, lasciando Zaza.

Gabriel prima di decidere, insieme a Zaza, cantano una loro ultima canzone finale, concludendo lo spettacolo un ultimo bacio appassionato tra i due personaggi. Alla fine Gabriel ritorna nella sua quotidianità, nel 21° secolo.

 

IMG-20180412-WA0017.jpg
Foto di A. CARUSO

Lo spettacolo lascia un pizzico di magia e immaginazione che nella realizzazione di un sogno del cassetto non guasta mai e capisci che a volte la magia sta proprio nell’aiuto che arriva dall’esterno per aprirci gli occhi, facendoci notare quello che c’era sempre stato ma che non riuscivamo a vedere…

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...