S.O.S. Terra, risposta “ecologica”

GIACOMO GRIMALDI

04/03/2018

Il nuovo anno è iniziato e il pianeta in cui viviamo sembra avere numerosissimi buoni propositi: si cerca di diminuire la fame nel mondo, di favorire l’integrazione, di evitare guerre nucleari, di salvare vite, di curare di malattie come il cancro, ecc. Ma al centro di tutto sembra ci sia solo l’uomo, il quale continua a non preoccuparsi della terra sulla quale cammina. Promuoviamo tutti l’“ecologia”, ma in quanti ci impegniamo abbastanza ogni giorno per la salvaguardia del nostro mondo?

immagine 2
Foto http://dorsogna.blogspot.it

Il termine ecologia deriva dal greco οἶκος (oikos) “ambiente”; e λόγος (logos) “studio”. Esso indica la scienza che si occupa della relazione tra l’uomo, gli animali, i vegetali e l’ambiente in cui vivono. Oggi questo termine ha anche assunto il significato di “correttezza, pulizia”. Includendo biologia e scienze della Terra, l’ecologia riguarda: i processi vitali, il movimento di materia e di energia attraverso la vita, lo sviluppo degli ecosistemi e la biodiversità nell’ambiente. Più in generale, gli ecologi si occupano di: gestione dei processi industriali, gestione dell’energia, protezione della natura, gestione del territorio, educazione civica, igiene pubblica, agricoltura e forestazione.

immagine 3
Foto http://en.mercopress.com

Uno dei problemi più grandi che gli ecologi cercano quotidianamente di debellare è il disboscamento, o meglio dire la deforestazione. Il primo indica l’eliminazione di vegetali in boschi o foreste, di solito per eliminare le piante malate o bruciate, mentre il secondo assume un valore negativo e specifica l’azione, il più delle volte illegale, dell’uomo per motivi commerciali o per sfruttare il suolo da coltivare.

immagine 4
Foto http://www.consorzioforestalepadano.it

Le conseguenze della deforestazione sono molteplici e non molto positive. Basti pensare che il rilascio di CO2 incrementi l’effetto serra, il surriscaldamento globale, gli squilibri climatici, la desertificazione, l’inquinamento, l’erosione, le frane e gli smottamenti. Questo fenomeno colpisce soprattutto la foresta amazzonica, che viene definita “polmone verde della Terra” e i Paesi più coinvolti sono la Cina, il Congo, il Messico, e molti altri ancora.

immagine 5.PNG
screenshot Giacomo Grimaldi

La risposta ecologica alla deforestazione è la re-forestazione, anche detta rimboschimento. Questo processo può essere naturale, se le sementi vengono trasportate dal vento, o artificiale, se è l’uomo a ricoprire una zona con alberi adatti a essa.

Una nobile proposta ecologica nella lotta contro la deforestazione è Ecosia, motore di ricerca creato da Christian Kroll nel 2009 che garantisce di donare l’80% del suo ricavato in progetti per la salvaguardia delle foreste. In media 45 ricerche effettuate permettono al team di Ecosia di piantare un albero in una zona che lo necessita. I progetti finanziati da questo motore di ricerca sono diversi, ad esempio: “Riforestiamo l’Amazzonia peruviana” o “Ripristiniamo la foresta pluviale atlantica” e molti altri che coinvolgono il Burkina Faso, il Madagascar, l’Indonesia, la Tanzania, il Nicaragua, il Brasile, il Marocco e l’Etiopia. Inoltre, gli utenti possono effettuare donazioni attraverso gli Ecolinks, che appaiono durante gli acquisti online. Infine è utile sapere che Ecosia è CO2 neutrale, vale a dire che elimina le emissioni causate dai server.

immagine 6
Foto di Giacomo Grimaldi

Anche il nostro Comune, nel suo piccolo tenta di essere ecologico, infatti il 17 dicembre 2017 alle ore 8:30 a partire dal rifornimento ENI di Di Benedetto Davide ha avuto luogo la prima giornata di volontariato ecologico, volta alla sensibilizzazione dei cittadini per avere delle strade più pulite e sicure.

Green leaf with recycle symbol on the wooden background
Green leaf with recycle symbol on the wooden background : https://www.omegaecologia.com

Queste sono solo due delle iniziative che cercano di promuovere un futuro più salubre e più pulito per i nostri figli e alle quali noi tutti dovremmo aderire. Scaricando app come Ecosia e partecipando a del sano volontariato ecologico, forse abbiamo una speranza di fare tornare al suo originario splendore il Pianeta Terra, che oggi “soffre” e ci lancia costanti “richieste di aiuto”.                                                                 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...