Sede scolastica carceraria Caltagirone, consegna ufficiale della Statua della Madonna

REDAZIONE SECUSIONLINE

01/12/2017

La cerimonia di consegna ufficiale della Statua della Madonna avverrà domenica 03 Novembre 2017 alla fine della celebrazione della Santa Messa domenicale delle ore 11:00, presso la Chiesa “Gesù Adolescente” di Grammichele (CT).

DSCN3521.JPG

Alla consegna prenderà parte uno studente detenuto (autorizzato dal Magistrato di Sorveglianza) che per l’occasione sarà affidato all’Insegnante Responsabile del Plesso Scolastico “Liceo Artistico per il Design della Ceramica” al carcere Prof. Raffaele Adamo. Inoltre saranno presenti: il Dirigente Scolastico Dott.ssa Concetta Mancuso e gli insegnanti in servizio presso la sede scolastica carceraria.

DSCN3528.JPG

RELAZIONE TECNICA DELL’ITER CONSERVATIVO ESEGUITO SULLA STATUA RAFFIGURANTE LA MADONNA IMMACOLATA CONCEZIONE.

A cura di tutti gli studenti della sede del Liceo Artistico presso la sezione staccata della “Casa Circondariale” di Caltagirone.

DSCN3543.JPG

Prima di iniziare la lettura inerente il lavoro svolto, a nome dell’intera comunità penitenziaria e scolastica, è necessario esprimere il nostro più sentito GRAZIE a chi materialmente ha fornito la Sacra Icona per l’intervento conservativo, Padre Tino Zappulla, Parroco della Parrocchia “Gesù Adolescente” in Grammichele.

DSCN3534.JPG

L’esperienza didattica che noi allievi della Casa Circondariale abbiamo sperimentato nel mese di Novembre, è stata di notevole interesse soprattutto per ciò che riguarda l’aspetto emozionale. Forte, infatti, è l’emozione che abbiamo provato, quando l’Icona della Madonna è pervenuta presso il laboratorio della nostra scuola.

DSCN3545.JPGRicordo che le aule sono state completamente svuotate recandoci tutti insieme in laboratorio, per un momento di riflessione comunitaria. Abbiamo saputo dai nostri Docenti che era necessario intraprendere un delicato intervento di restauro, che sarebbe servito a restituire integrità e bellezza alla Sacra Icona.

Complesso e arduo è stato il lavoro da effettuare, ma noi, grazie al supporto dei nostri Docenti non ci siamo scoraggiati, e ci siamo subito prestati a dare inizio al delicato intervento.

Per tutti noi, che abbiamo contribuito al restauro della preziosa Statua, non è stato solo un semplice momento di apprendimento delle tecniche di conservazione e restauro, ma soprattutto un momento di riflessione profonda sul nostro percorso di vita che stiamo vivendo all’interno di questa struttura penitenziaria.

Questo, secondo noi, è il vero scopo educativo di frequentare una scuola come questa e cioè dare la possibilità di riflettere su una speranza possibile per noi e per le nostre famiglie; la speranza di un futuro migliore che vede una nuova rinascita per tutti noi.

Siamo molto grati per l’esperienza che abbiamo vissuto e condiviso con i nostri preziosi Docenti che accompagnano il nostro cammino con devozione e sacrificio, rendendo il nostro percorso carico di speranza per un futuro migliore a cui va il nostro personale ringraziamento. In modo particolare il nostro sentito ringraziamento va al Direttore della Casa Circondariale Dott. Giuseppe Russo, al Dirigente Scolastico dell’Istituto Superiore Secusio Dott.ssa Mancuso Concetta , a tutti i Docenti della sede carceraria e precisamente: Prof. Adamo Coordinatore di Sede, Prof.ssa Pintaloro, Prof.ssa Squadrito, Prof.ssa Impresario, e non ultimo il nostro Assistente Capo Responsabile della Sicurezza a scuola Sig. Paolo Romito per i preziosi suggerimenti tecnici apportati.

DSCN3532

IMG-20171203-WA0046

ASPETTI TECNICI

Statua in gesso raffigurante l’Icona della Madonna Immacolata, proveniente dalla Chiesa “Gesù Adolescente” in Grammichele.

Trattasi di gesso, con presenza di sottile strato di rivestimento nè vetroso nè terroso.

Il rivestimento superficiale è finalizzato a conferire maggiore pregevolezza all’oggetto.

La foggiatura è avvenuta tramite stampi.

La Statua sottoposta ad intervento conservativo, al momento dell’inizio delle fasi conservative, presentava concrezioni cementizie e un sottile strato di copertura superficiale di colore a tempera, che ha occultato e deturpato la superficie originale che presenta decori in oro sulla veste e sul manto.

Il percorso conservativo intrapreso è stato piuttosto complesso per il fatiscente stato di conservazione della Statua, soprattutto a livello materico, per la presenza di manifestazione di degrado superficiale, per cui è stato previsto un complicato iter di pulitura chimica.

DI SEGUITO SONO ELENCATE LE OPERAZIONI CONSERVATIVE ESEGUITE

FASI DEL RESTAURO:

  1. Documentazione fotografica dello stato di degrado.
  2. Mappatura del degrado degli interventi conservativi.
  3. Pulitura chimica tramite acqua distillata, alcool denaturato, wite spirit.
  4. Rimozione intervento di restauro pregresso.
  5. Smontaggio parti anatomiche riguardante l’arto sinistro superiore.
  6. Rimozione concrezioni cementizie.
  7. Rimozione totale vernici pregresse deturpanti l’aspetto originale.
  8. Rimozione tracce organiche.
  9. Preconsolidamento strutturale dell’intera Statua tramite Silicato di etile.
  10. Consolidamento strutturale.
  11. Assemblaggio arto superiore sinistro tramite intervento di inchiavardaggio.
  12. Ripristino morfologico.
  13. Stuccatura delle lacune.
  14. Ripristino cromatico in “mimesi” e “tono su tono” secondo le indicazioni di Cesare Brandi.
  15. Consolidamento finale per nebulizzazione tramite resina acrilica protettiva.

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...