Comunicare il fatto storico: “La questione meridionale”.

GIACOMO GRIMALDI

21/05/2017

Cinquanta giornalisti e duecento alunni delle classi IV del Liceo Classico, Linguistico e Artistico dell’Istituto superiore “B. Secusio” con sede a Caltagirone hanno partecipato, sabato 08 aprile 2017, nell’aula magna dello stesso liceo, al seminario di formazione storico-giornalistica sul tema: “Comunicare il fatto storico: la questione meridionale”.

Il seguente seminario è stato promosso dall’UCSI, Unione Cattolica Stampa Italiana. È stato organizzato dal prof. Paolo Buttiglieri, insegnante del liceo, Cons. Eccles. reg. UCSI Sicilia, giornalista e esperto di Comunicazione Sociale, in collaborazione con il dipartimento di Storia e Filosofia, del quale fa parte.

IMG_5172

La Preside ha introdotto l’incontro sottolineandone l’importanza e definendolo un “convegno di rilevanza culturale”. Ha, poi, presentato i relatori: A. Sindoni, docente universitario, scrittore, esperto di Storia Moderna e Contemporanea, giornalista, pres. UCSI Messina; G. Maduli, scrittore, Vic. Pres. Parlamento delle Due Sicilie – Parlamento del Sud ®, con sedi a Napoli e Palermo, assoc. Culturale; D. Interdonato, giornalista, Pres. Reg. UCSI.

IMG_5166

Ha preso la parola il prof. Buttiglieri che ha affrontato il tema: “Presupposti metodologici e deontologici per comunicare il fatto storico”. Lo scopo del seminario è “focalizzare il fatto storico, come luogo di comunicazione, intesa come relazione simmetrica atta a far riflettere e stimolare ad una ricerca scientifica della storia, lungi da una mera interpretazione.” – ha detto. “La Questione meridionale – ha aggiunto don Paolo Buttiglieri – è un fatto storico che va interpretato e inserito nel contesto storico. Come allora, anche oggi, tutti i giornalisti sono chiamati a raccontare i fatti del territorio seguendo le linee deontologiche”.

IMG_5163

In seguito, lo storico, Sindoni, si è soffermato sul tema: La “Questione meridionale comunicata dai giornali e dalle pubblicazioni storiche”. Egli ha prima differenziato la storia dal giornalismo. Ha affermato che la Questione Meridionale nasce già con Federico II di Svevia. Ma ha subito precisato che ogni cosa nasce quando una parola la definisce. Quindi essa nasce nell’Ottocento, con un libro di Antonio Billia del 1873 che usa per la prima volta questa espressione. Ha, infine, portato degli esempi di giornali e libri che trattano dell’oggetto del seminario.

emitot2

Lo scrittore Maduli, ha parlato sul tema: “L’economia nel Meridione dopo l’Unità d’Italia”. Egli ha evidenziato l’aumento delle tasse dopo l’Unità, l’importanza della flotta commerciale, la scarsità dei servizi e l’eccellente assistenza sanitaria gratuita. L’arretratezza è dovuta allo spostare tutti possedimenti dal sud al nord Italia. Ma “il potere ci fa vedere quello che lui ci vuole fare vedere” – ha, infine, condannato.

Il tema: Esperienze di giornalismo in missioni militari umanitarie, è stato affidato al presidente dell’Ucsi Sicilia, Interdonato. Egli ha portato la sua esperienza e ha parlato delle missioni di pace che vengono organizzate dal 1982.

Il tema del seminario è stato proposto dal prof. Firrarello che è intervenuto dicendo: “Bisogna diffondere il virus della conoscenza. […] Dobbiamo lottare e restare nella nostra terra, che non deve morire e non deve essere svuotata.”

IMG_5174

Infine, ha avuto luogo il dibattito tra studenti e relatori. La prima domanda è di Giulia Calabrini, della 4^A/L, che ha chiesto se e come la globalizzazione danneggi il sud. Poi Martina Avellino, della 4^C/L, riguardo i problemi del mezzogiorno causati da mancanza di infrastrutture e legalità. Elisa Alessandro, della 4^D/L, che ha chiesto dell’assenza dei provvedimenti dopo la morte di Cavour. Dopo, Asia Morales, della 4 A/A, riguardo l’esistenza di due Italie o solo una. Infine, Luna Sinatra, della 4^E/L, che ha chiesto se le dominazioni nel sud Italia avessero portato alla passività della popolazione dello stesso. I relatori hanno risposto con prontezza, esprimendo con chiarezza il loro parere.

IMG_5168

“Un ringraziamento all’Ucsi – ha concluso la dirigente scolastica dell’Istituto Secusio Concetta Mancuso – ai relatori e ai ragazzi che con grande impegno hanno partecipato a questo interessante seminario”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...