Immigrazione: chi, come, dove, perché?

DJIBRIL DIAO – ANNA BRUNO

🙄04/04/2015

Immigrazione: Da cosa origina?

Molte persone si pongono il problema dell’immigrazione. Da cosa deriva questo fenomeno?
Nel cercare di rispondere a questa domanda io, Djibril Diao, e la mia amica Anna Bruno della 3BL del liceo Linguistico di Caltagirone abbiamo potuto analizzare i fatti e dividere le domande sorte in:

  1. Chi sono gli immigrati?
  2. Da dove vengono?
  3. Perché sono qui?

Dare una risposta non è mai facile. Spesso noi immigrati abbiamo la tendenza a non rispondere per ragioni di prudenza, sicurezza e privacy. Ma la vita ci riserva a volte delle sorprese.
IMG-20170402-WA0010

Lamine Bà, ragazzo senegalese, nato nella regione al Sud del Senegal, Ziguinchor, a Casamance, che ho avuto modo di conoscere nel settembre 2016 ci ha cortesemente invitati da lui e ci ha dato risposta alle nostre domande. In oltre si è confidato con noi liberamente raccontandoci la sua storia che verrà pubblicata nei giorni seguenti nel medesimo sito scolastico creato dagli alunni di giornalismo con l’aiuto del professore Buttiglieri Paolo.

“Io sono fiero di quello che sono.” dice Lamine “Se noi sappiamo che siamo immigrati perché nascondiamo la faccia? Gli immigrati sono persone di colore diverso che vengono illegalmente da un paese diverso come: Tunisia, Senegal, Gambia, Marocco, Nigeria, etc.
Noi sappiamo bene che nessuno lascia il proprio paese per il solo piacere di immigrare. Abbandonare la propria famiglia, il proprio villaggio, la propria regione e il proprio paese senza sapere se un giorno li si rivedrà. Questo significa immigrare: Un grande sacrificio.
Ci sono immigrati che lasciano tutto per problemi di guerra, religione, povertà. Rubare le risorse naturali di una popolazione, approfittare della sua debolezza e obbligarla a vivere una vita di violenza economica, sociale e politica. L’ingiustizia della società, la lotta per il potere e l’accesso alle nostre ricchezze hanno dato inizio a conflitti interni ed esterni.
Ci sono anche immigrati che invece migrano per l’incapacità di progettare un futuro migliore nel loro paese, per scoprire un nuovo continente e per aumentare le proprie conoscenze in modo da poter un giorno tornare da dove sono venuti per contribuire allo sviluppo del luogo in cui sono nati.”

Adesso la risposta spetta a voi: Come possiamo affrontare l’immigrazione?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...